F
Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Instagram Segui il Canale Youtube Seguimi su Bloglovin

lunedì 10 dicembre 2018

Alopecia Androgenetica Femminile - La mia esperienza, un anno dopo!

Questo blog è incentrato sulle mie due passioni: condividere con voi moda e lo shopping.. Parliamo di outfit, a volte di arredamento per la casa, ma in realtà questo blog è il mio diario da quando avevo 17 anni, e spesso sento il bisogno di condividere con voi anche cose meno "frivole" e più personali.
E' per questo che, poco più di un anno fa, mi sono fatta una promessa: se tutto andrà come deve vi parlerò anche di questo!
Tante di voi mi seguono davvero dall'apertura di questo mio blog, da quando avevo 17 anni e per questo motivo vedete me e i miei outfit da anni ed anni. Chissà se le più attente, guardando le mie foto, si erano accorte di un cambiamento... Sulla mia testa.
Io stessa ci ho messo un po' per rendermene conto, ma dopo due anni dall'inizio del problema era diventato evidente ed impossibile da ignorare: i miei capelli erano dimezzati e totalmente cambiati. 
Infatti erano diventati sottili, trovavo tappeti di capelli ovunque e per fortuna ad un certo punto ho deciso di smettere di ignorare il problema ed affrontarlo per capire cosa mi stesse accadendo.

Così a Settembre 2017 mi sono decisa a prenotare una visita da uno specialista dei capelli, un vero e proprio dottore, che fino a quel giorno non sapevo nemmeno esistesse: un tricologo.
La diagnosi è stata veloce: dopo aver verificato che tutto nelle mie analisi del sangue fosse nella norma, che non avessi problemi di tiroide, e dopo un esame con appositi strumenti il dottore mi ha detto "Valentina, tu hai l'alopecia androgenetica femminile".
Per un uomo sentirsi dire che soffre di alopecia deve essere sicuramente un trauma, ma per una donna, e sopratutto una ragazza di 23 anni.. Potete immaginarlo?
Non lo nascondo: quando mi è stato detto mi sono messa a piangere come una bambina, sia chiaro, so e sapevo allora perfettamente che nella vita esistono cose ben più gravi, ma la mia prima reazione fu proprio questa, nonostante il mio medico mi avesse iniziato già a spiegare che l'alopecia femminile è molto diversa da quella maschile, che l'alopecia nelle donne si cura, che non interessa tutto il capo ma solamente la parte superiore e che nel giro di pochi mesi i miei capelli sarebbero tornati quasi come prima.

Tornata a casa ho iniziato a fare ricerche online cercando esperienze dirette per rassicurarmi e lì... Fu tutto tranne che un sospiro di sollievo! Lessi articoli di medici che ottimisti dicevano esattamente la stessa cosa che mi aveva detto il mio dottore, ma invece sui forum le esperienze dirette di chi come me aveva scoperto di avere l'alopecia androgenetica femminile erano tutt'altro che positive. Ho letto di tantissime persone che non riuscivano a risolvere il problema, chi scriveva che il problema era peggiorato. 
Come ogni "malattia", grave o non che sia, anche io ho dovuto imparare a convivere con l'idea e all'inizio l'accettazione non è stata facile: per la prima settimana ho avuto paura anche solo di toccarmi i capelli, il semplice passarci le dita mi metteva paura, per non parlare del pettinarmi: pettinavo i capelli la mattina e poi non avevo il coraggio di riprendere il pettine in mano fino alla mattina successiva. Cercavo di non guardarli e basta, mentre nel frattempo iniziavo a seguire la cura prescritta dal tricologo.

Quello che posso dirvi come prima cosa è che sono qui a scrivere perchè un anno fa e qualche mese fa mi sono fatta una promessa: se la cura avesse funzionato avrei scritto questo articolo sul mio blog per tutte quelle persone che come me cercano o cercheranno un giorno informazioni da persone che hanno appena scoperto di avere la mia stessa forma di Alopecia, cercando esperienze dirette e rassicurazione: ogni caso è sicuramente diverso, ma dopo un anno di cura posso dirvelo con felicità e la speranza di darvi la rassicurazione che ho cercato io senza trovarla: l'Alopecia Androgenetica Femminile si cura!
I miei capelli sono cambiati tantissimo, non posso dire che sono tornati come una volta (ma io ero davvero una capellona), ma si sono triplicati rispetto a quando ho iniziato la cura e si sono rafforzati tantissimo, adesso hanno un aspetto sano, sono robusti e forti, e io non potrei essere più soddisfatta del risultato. Rispetto a ciò che immaginavo un anno fa, ho ottenuto risultati ottimi e questo è il pensiero mio ma anche del mio dottore!

Ho deciso di approfondire in modo ancora più accurato l'argomento con l'aiuto della mia amica e collega Youtuber Federica, che ha girato con me questo video in cui vi spiego meglio in cosa consiste questa malattia e le cure, per cui ci tengo davvero affinchè lo guardiate.. Qui sotto risponderò ad alcune domande che io mi ponevo prima e dopo la diagnosi.




Come accorgersi di avere un problema ai capelli?
Io potevo sicuramente aspettare meno tempo prima di fare una visita, ma come ogni "ignorante" in materia, ho sottovalutato il mio problema e non potevo immaginare di avere una vera e propria malattia ai capelli.
Per cui il mio consiglio è quello di cercare di notare ogni cambiamento (questo in realtà dovremmo farlo con ogni parte del nostro corpo.. E ascoltare i segnali che ci manda e che spesso ignoriamo!) e quando iniziate a notare che qualcosa non va, che il vostro capello sta cambiando, andate a fare una visita. Potrebbe essere solo stress, o altri mille motivi, ma è sempre meglio essere scrupolosi ed evitare di rimandare il problema!
Nel mio caso? Perdita di capelli davvero evidente, costante durante tutto l'anno, capelli che avevano radicalmente cambiato consistenza: prima li avevo robusti e corposi, ed invece erano diventati fragili e sottili, al punto di spezzarsi talmente tanto da accorciarsi da soli senza tagliarli dal parrucchiere!
Il segnale più evidente è arrivato guardando vecchie foto: tre anni prima avevo capelli totalmente diversi, due teste differenti in pratica.

A chi rivolgersi?
Il nome tecnico degli esperti delle patologie che riguardano i capelli è Tricologo. Io ho preferito affidarmi ad un esperto in questo campo, in tanti si rivolgono al Dermatologo, ma penso che uno specialista di quel campo sia sicuramente una scelta migliore. Di solito, alcuni Tricologi sono anche Dermatologi, come il mio dottore ad esempio!
Se siete di Roma io vi consiglio vivamente il dottore che ho trovato io, il Dottor Diego Orsini, trovato puramente per caso ma non lo mollerò più! Oltre ad essere gentile, spiegare in modo accurato e dare sempre ottimi consigli anche sui prodotti da utilizzare in base alle proprie esigenza, è davvero preparato sull'argomento e.. Beh.. Ha risolto il mio problema!

Cos'è l'alopecia Androgenetica Femminile?
L'alopecia Androgenetica Femminile è un tipo di alopecia legata agli ormoni androgeni, è da specificare che solamente nella parte superiore della nostra testa i capelli sono gestiti dagli ormoni, per questo motivo l'Alopecia Androgenetica Femminile si presenta solamente sulla parte superiore. Spesso il problema si presenta nelle donne dopo e durante la menopausa, ma in realtà è comune anche in donne più giovani, come me, sopratutto quando si soffre di ovaio policistico. 
A differenza dell'alopecia maschile, che spesso è irreversibile, questo tipo di alopecia si cura. I capelli tendono a cadere e ricrescere miniaturizzati, questo vuol dire che crescono dei capelli minuscoli, quasi invisibili all'occhio umano e troppo deboli per crescere e diventare un capello normale, quindi cade poco dopo la sua nascita. In questo modo si inizia a notare un progressivo diradamento dei capelli all'altezza della riga centrale e se non si inizia una cura si rischia di far "addormentare" i bulbi fino a non avere nemmeno più i capelli miniaturizzati e a far diventare difficili i risultati durante le cure. Spesso l'alopecia è anche ereditaria,per cui si può essere portati ancora di più se qualcuno dei nostri parenti ne ha sofferto. 

Le cure
Ogni caso è a sè: io posso raccontarmi la mia personale esperienza. Il mio dottore mi ha prescritto dei comuni integratori per contrastare la caduta dei capelli: non sono integratori specifici per i capelli, ma semplici integratori che può utilizzare chiunque a base di estratti totalmente naturali! In estate utilizzo Aros, ed in inverno Anaplant.
Ogni sera invece, devo applicare sul cuoio capelluto (solo ed esclusivamente sulla parte superiore della testa, perchè è lì che si concentra il problema) una preparazione galenica con all'interno anche il famoso Minoxidil (farmaco famosissimo in tutto il mondo per l'alopecia) che il dottore ha prescritto per me e che io faccio realizzare in una farmacia specifica. La preparazione è liquida e sul momento lascia i capelli unti, ma la mattina dopo quando mi sveglio la preparazione si è ben assorbita ed i miei capelli sono tornati come prima. Non sono sporchi, nè unti (una delle cose che lessi inizialmente sui forum di chi usava queste preparazioni era che sporcavano tantissimo i capelli.. Posso confermare che non è vero! Anzi, la preparazione li "sgrassa" e da quando la utilizzo riesco a lavare meno i capelli stressandoli meno di prima).
Una cosa importante è scegliere una buona farmacia esperta in preparazioni galeniche di questo tipo. Prima di trovare una farmacia che la preparasse bene ne ho dovute provare tre, e se la preparazione galenica non è ben eseguita è come non utilizzarla!
Infine, utilizzo uno shampoo delicato che acquisto in farmacia, il Mellis Bio Shampoo, sempre sotto consiglio del mio medico.

I tempi e la costanza
Importantissimo per vedere i risultati è la costanza. Ve lo dice una come me che non è costante in nulla! Però ho preso questa cura davvero sul serio, imparando ad applicare ogni sera la preparazione galenica come fosse una vera routine, e a prendere gli integratori. La costanza è tutto ed è stata sicuramente una dei fattori più importanti che mi stanno portando ad ottimi risultati.
Posso dirvi che i risultati si iniziano a vedere già dopo 3 mesi, per poi essere ancora più importanti dopo 6 mesi, ed ora dopo un anno posso dire con certezza che i risultati sono evidenti anche ad occhio nudo. Chiunque sa di questa mia patologia e mi vede oggi sostiene che i miei capelli siano cambiati tantissimo, così come lo sostengo io. Ma vi lascerò delle foto.. Così che possiate vedere con i vostri occhi!


Agosto 2017                            Settembre 2018


Settembre 2017
Vedete tutti quei capellini piccoli piccoli, cortissimi e in gergo "miniaturizzati"?


Ottobre 2018
Come è visibile ora quasi non ce ne sono più, sono tutti capelli sani e normali, senza miniaturizzazioni!





1 commento:

  1. Ciao, grazie per la testimonianza. Un tricologo mi ha prescritto il minoxidil ma non ho ancora iniziato la cura, da un lato perché mi spaventa il dover applicare la lozione quotidianamente e per sempre, dall'altro perché ho letto che deve applicarsi almeno 4 ore prima di andare a dormire per evitare la crescita di peli sul volto. Per caso questa informazione è veritiera? Tu quando la applichi e dopo quanto tempo si può uscire di casa senza sembrare con i capelli non puliti? Grazie mille =)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...